Un abito sartoriale ed un abito su misura sono la stessa cosa?


Ciao ragazze, eccomi con il primo vero articolo di questo nuovissimo blog.


Oggi voglio parlarvi di un argomento che per me è alla base per chi si approccia per la prima volta a questo mondo e non solo...


La differenza tra un abito sartoriale ed un abito su misura


Molto spesso infatti queste definizioni vengono date in modo errato, il termine “su misura” è di uso più comune rispetto a “sartoriale” questo porta ad una certa confusione in cui si indica come un abito su misura, sia un abito creato da zero grazie alle conoscenze del sarto, sia ad un abito cucito a partire da un cartamodello prestabilito. La componente comune è quella di essere realizzati in sartoria e quindi a mano, ma andiamo a vedere nel dettaglio le loro caratteristiche e differenze.


Come si realizza un abito su misura?


Gli abiti su misura nascono con lo scopo di colmare la distanza tra i capi Prêt-à-porter ed un capo sartoriale. Un abito su misura è un capo realizzato a partire da cartamodelli esistenti che vengono modificati sulla base delle necessità e delle misure della persona che indosserà l’abito. Piuttosto che partire da zero come succede con un abito sartoriale, il cliente sceglie tra alcuni modelli, il capo che sarà più adeguato alla sua fisicità e gusto.

La scelta del pattern e del tessuto sebbene solitamente molto ampia è comunque limitata rispetto alle possibilità di un abito sartoriale. Lo stesso vale per la personalizzazione dell’abito in questione.

Una volta scelti modello, stoffa e dettagli si passa alle fase di misurazione che servirà a creare un capo intermedio che il cliente indosserà e su cui si potranno fare le eventuali modifiche prima della consegna.



Come stilista del brand N'ella, tutti i capi che trovi nella sezione CREAZIONI, sono su misura.

I modelli sono tutti originali e progettati da me per poi essere sviluppati in base alla taglia e alle personalizzazioni delle mie clienti. Sono capi di altissima qualità che grazie allo studio a monte viene velocizzata la loro produzione che (nel mio caso come un capo sartoriale) avviene totalmente a mano. Questo tipo di lavorazione garantisce un modello che stia perfettamente indosso ed è una soluzione più accessibile rispetto all'abito sartoriale. Inoltre avendo già un campione da poter vedere e provare è la scelta più idonea per chi vuole regalarsi un'esperienza indimenticabile con le sicurezze di quando sceglie un capo pronto.






Come si realizza un abito sartoriale?


Quello che davvero distingue un abito sartoriale da un abito su misura risiede nei preparativi.

Nella realizzazione di un capo sartoriale il sarto, spesso con l’aiuto di uno stilista incontra il cliente per conoscere quali sono le sue preferenze ed aspettative riguardo il capo. A differenza di un capo su misura,

per quello sartoriale viene creato da zero un modello totalmente personalizzato che si adeguerà ad ogni desiderio e forma del cliente e alla fantasia e professionalità dello stilista insieme a quello del sarto.

Una volta scelto lo stile dell’abito è il momento di scegliere la stoffa più adatta alla realizzazione dell’abito sartoriale, l’esperienza e la conoscenza del sarto anche in questa fase sono fondamentali per consigliare una stoffa che consenta una vestibilità sartoriale perfetta sulla base del modello e dei desideri del cliente.

La varietà di tessuti tra cui scegliere è nettamente maggiore rispetto ad un abito su misura ed alcune sartorie offrono anche la possibilità di commissionare una stoffa personalizzata.

La personalizzazione, infatti, è tutto in un abito sartoriale ed è limitata solo dalla fantasia.

Probabilmente è nella fase finale che le differenze tra un abito sartoriale ed uno su misura diventano più nette. La realizzazione di un abito sartoriale richiede molte più misurazioni e prove rispetto ad un abito su misura. Il sarto non si limita a prendere le misure standard, ma prende nota anche della postura e di ogni dettaglio della fisicità del cliente. Di conseguenza la lavorazione di un abito sartoriale diviene una vera e propria collaborazione tra cliente e sarto, i quali “realizzano insieme” il capo, così da ottenere la migliore esperienza d’acquisto possibile. Questo tipo di vestito risulta, quindi, molto più costoso così come il processo di confezione che può arrivare a richiedere fino a 3/6 incontri per ottenere la vestibilità desiderata ma il risultato è quello di un abito unico nel suo genere che, se realizzato con materiali di qualità, può durare una vita intera.


Sul sito vi racconto un po' dell'esperienza nella creazione degli ABITI SARTORIALI, ogni volta è diversa dalla precedente ed è davvero come un bellissimo viaggio che faccio insieme alle mie clienti, unico ed indimenticabile.




Quindi, assolutamente No!

Un abito su misura e uno sartoriale non sono la stessa cosa.


Spero con questo articolo di avervi chiarito un po' le idee e mi raccomando, fate sempre attenzione a queste differenze, nel dubbio chiedete, perché più spesso di quello che crediate sono gli stessi atelier a definire in modo errato le loro lavorazioni.


Alla prossima settimana

Daniela


24 visualizzazioni0 commenti